In Via Mazzini troviamo una struttura quadrangolare, che in epoca romana era una cisterna, per la raccolta delle acque, in opera cementizia rivestita di coccio pesto.
Una antica leggenda narra che un tempo qui sgorgasse la sorgente delle acque termali, fu il cavaliere Orlando a deviarla. Egli si accorse che più uccideva i nemici più questi uscivano fuori, così una vecchietta gli disse che dentro le mura della città c’era una fonte, capace di curare i feriti e resuscitare i morti, allora Orlando la maledisse: “Acqua che guarisci raspo e rogna, scendi nella valle di Saturnia” e questa gli obbedì