Su un’altura isolata che domina l’ampia valle del fiume Fiora, sorge San Martino sul Fiora; nacque come fattoria con lo scopo di effettuare un tentativo di ripopolamento dei territori di Sovana, a seguito dei provvedimenti adottati da Siena nel ‘500. Sul lato destro della piazza del paese è ben visibile il nucleo più antico dell’insediamento. Nel 1651, nel corso della campagna di rifeudalizzazione della Maremma intrapresa dai Medici, il territorio di San Martino divenne Marchesato e fu concesso dal granduca Ferdinando II dei Medici a Pier Francesco del Monte Santa Maria. Sotto il dominio dei Lorena i feudi granducali, tra cui anche quello di San Martino, furono soppressi;Nel 1929 entrò a far parte del Comune di Manciano assumendo la denominazione di San Martino sul Fiora

Da questa zona si ha una meravigliosa vista sul territorio circostante, che spazia dall’Amiata al mare.