Marsiliana è l’antica Caletra degli Etruschi, capoluogo della valle dell’Albegna. Abitata fin dalla tarda età del bronzo (XI secolo a.C.) fu un fiorente centro di epoca etrusca arcaica (fine VIII-VI secolo a.C.) come dimostrano le vaste necropoli estese attorno alla collina del castello, esplorate a partire dal 1908. Rioccupata solo in epoca medievale, dopo la caduta di Siena, fu scorporata dallo Stato dei Presidi e donata ai Medici; il granduca Cosimo I infine la cedette, alla fine del XVIII secolo, al Principe Corsini. Il castello, citato fin dal XIII secolo, è stato completamente ristrutturato alla fine dell’800. L’alta torre che domina la fortezza è stata realizzata solo nel 1901.

Il latifondo di Marsiliana divenne così una fattoria in cui lavoravano pastori e butteri e dove i terreni erano in parte adibiti al pascolo e in parte alla semina. La casa della fattoria, abitazione della famiglia Corsini, venne ristrutturata assumendo l’aspetto di un castello, mentre si apprestava a nascere il villaggio della Dispensa. A partire dal 1951, con l’entrata in vigore della Riforma fondiaria, si ebbe l’esproprio e l’assegnazione di 7.000 ettari di terra, contribuendo ad un netto cambiamento della zona.

La Tenuta Marsiliana oggi si estende per quasi tremila ettari, includendo boschi, strade, sorgenti, campi, uliveti e vigne.

Uno spazio selvaggio e rurale che si allunga anche nel tempo, punteggiato dalle necropoli etrusche.

Da non perdere:

All’interno della tenuta è possibile visitare il Museo della Fattoria, che racconta la vita della gestione della campagna attraverso la presentazione di oggetti, arnesi, strumenti che ne componevano il quotidiano fino alla metà degli anni Cinquanta.

Visitando il museo, potrete avere un’interessante full immersion nello stile di vita dell’azienda agricola nell’Ottocento, vedere gli arredi delle stanze, l’abbigliamento usato, gli strumenti di lavoro.

Il Museo della Fattoria è un progetto dei Principi Corsini, ed è visitabile contattando direttamente la fattoria.

Castello Corsini e Museo della Fattoria