Castelli_Scerpena

 

 

Sappiamo che il castello era già esistente nel 1161, perché citato in antichi documenti  tra le proprietà dell’Abbazia delle Tre Fontane di Roma. Fu possesso della famiglia Aldobrandeschi e governato da loro vassalli, ed era un castello importante perché nei pressi esisteva una miniera d’argento. Nel 1394 viene distrutto dalle truppe senesi. Del complesso rimane una torre rotonda a conci di pietra biancastra, da datare alla fine del XII secolo, con a nord-ovest una finestra ad arco tondo su architrave sostenuto da mensole. L’edificio adiacente, sul quale si aprono finestre ad arco ribassato, è stato realizzato più tardi, probabilmente con materiale di recupero dell’antico castello e reca, nei lati a nord-est e sud-est, quattro arciere; intorno restano vari tratti della cinta muraria.

Area privata