Montauto

Rocca di Montauto

 

Ricordato fin dal 1216 negli atti di divisione della contea Aldobrandesca, fu sede di un piccolo agglomerato urbano fino all’inizio del 1400 quando, nel 1416, il borgo fu distrutto dai senesi risparmiandone solo il cassero. Brevemente occupata nel 1489 da un gruppo di pirati corsi, fu subito rioccupato da Siena. Incorporato nel territorio della Marsiliana, passò alla Signoria medicea dopo la caduta di Siena nel 1557. Il rudere mantiene ancora leggibile buona parte della sua articolazione originaria. Nella costruzione rettangolare che costituisce il nucleo centrale della fortezza, rimangono ancora tracce di finestre ribassate al primo piano. Attualmente è proprietà privata. La zona, in periodo venatorio, è sede di cacciate al cinghiale.

Area privata